MENU

La Val Tiberina: tra paesaggi idilliaci ed artisti illustri

Scopri la Val Tiberina, descritta da Plinio il Giovane come un magnifico anfiteatro naturale, ricca di storia, arte e cultura. Quest'articolo ti guida attraverso i suoi borghi affascinanti come Sansepolcro e Anghiari, la casa di Michelangelo a Caprese Michelangelo e le opere di Piero della Francesca a Monterchi. Esplora eremi nascosti e la natura incontaminata dell'Alpe della Luna. Con partenza da Arezzo, il B&B Antiche Mura è il punto di partenza ideale per avventurarsi in questa terra di meraviglie senza tempo.
VALTIBERINA - Tiber Valley - ANGHIARI

Plinio il Giovane, tra il I e II secolo a.C., dipingeva la Val Tiberina come “un immenso anfiteatro quale solo la Natura può crearlo”. La Valtiberina ha quindi saputo ispirare gli animi nobili fin da oltre due millenni fa. Se non siete già affascinati da questa introduzione aulica, vi invitiamo a proseguire nella lettura per apprezzare la profonda ricchezza di questa terra meravigliosa.

Sansepolcro: gioiello della Val Tiberina Orientale

Sansepolcro si presenta come una gemma nella Valtiberina orientale, rilucente di storia e cultura. La sua origine pare risalire al 934 d.C., con la fondazione ad opera di Arcano ed Egidio. Questi due pellegrini, di ritorno dalla Terra Santa (o Santo Sepolcro) , avrebbero avuto una rivelazione divina che li guidò a stabilirsi qui. La città, qualche secolo più tardi, vide nascere il grande Piero della Francesca e, anche ma non solo per questo, attira moltissimi visitatori.

Nel cuore di Sansepolcro il Duomo conserva una preziosa Pala del Perugino del IX secolo. Altre meraviglie da vedere a Sansepolcro sono il Palazzo Ducci, attuale biblioteca, e il Palazzo delle Laudi, ora sede del municipio. Passeggiando nel centro storico vi sembrerà di camminare in un vero e proprio museo a cielo aperto, o di viaggiare nel tempo. Per noi di Antiche Mura questa dovrebbe essere una tappa imperdibile del vostro tour della Val Tiberina!

Anghiari: dalla storica battaglia ai panorami mozzafiato

Anghiari vanta un posto d’onore tra i Borghi più Belli d’Italia, un titolo che già promette meraviglie a chi decide di esplorare questo borgo meraviglioso. Oltre a questo prestigioso riconoscimento, Anghiari ha molto altro da offrire. Per prima cosa non si può non menzionare l’evento storico che ha segnato la sua fama: la Battaglia di Anghiari. Questo conflitto, che ebbe luogo il 29 giugno 1440, fu talmente significativo da essere immortalato in un’opera dal genio di Leonardo da Vinci. Potrete immergervi nella storia di questa battaglia visitando il museo dedicato, situato nell’elegante Palazzo Marzocco.

Posto sulla cima di un colle la posizione di Anghiari offre oggi non più una difesa strategica, ma panorami da togliere il fiato. Fatevi incantare dal Belvedere “Gian Franco Vené” e lasciatevi rapire  dai suggestivi angoli del borgo, che nascondono scorci davvero indimenticabili.

Natali illustri  in Val Tiberina: esploriamo Caprese Michelangelo

Caprese Michelangelo vanta la nascita del celebre Michelangelo Buonarroti, autore del David e degli affreschi della Cappella Sistina. In questo borgo potrete visitare il Museo Casa Natale di Michelangelo, situato nel Castello di Caprese Michelangelo. La struttura museale si sviluppa in tre differenti arere: ilPalazzo del Podestà,il Palazzo Clusini e la Corte Alta, e si completa con un suggestivo giardino espositivo. A Caprese, inoltre, c’è la chiesa dove Michelangelo ricevette il battesimo, posta ai piedi della fortezza storica.

Monterchi e l’eredità di Piero della Francesca

Monterchi merita una menzione particolare. Benché sia un piccolo borgo, al suo interno custodisce un ricchissimo patrimonio artistico. Qui, infatti, si conservano molteplici capolavori di Piero della Francesca, che come abbiamo accennato è nato proprio in Val Tiberina. Tra le opere spicca la famosa “Madonna del Parto”, esposta nel museo locale interamente dedicato a questo artista. All’interno del museo si può ammirare anche la “Madonna del Latte”, un affresco quattrocentesco di autore sconosciuto. Il museo offre inoltre un laboratorio didattico, dove giovani studenti apprendono ad esprimersi attraverso le arti visuali . Da non dimenticare, a Monterchi, il Museo delle Bilance.

Gli Eremi Nascosti della Val Tiberina

In una valle con scenari così affascinanti non sorprende che fosse un luogo prediletto per la meditazione eremitica nel medioevo. Nella Val Tiberina si possono scoprire due preziosi rifugi spirituali: l’eremo di Montecasale e quello di Cerbaiolo.  L’eremo Montecasale sorge vicino a Sansepolcro e fu istituito nel 1213 da San Francesco d’Assisi. L’eremo di Cerbaiolo, originariamente un monastero Benedettino, passò nel 1216 sotto la tutela francescana, donato allo stesso San Francesco. Cerbaiolo, posizionato sul Lago di Montedoglio che regala un panorama idilliaco , per la sua architettura ricorda l’Eremo della Verna, nel vicino  Casentino. Un antico proverbio dice: “Chi ha visto La Verna e non Cerbaiolo ha visto la madre e non il figliolo“.

L’Alpe della Luna e Badia Tedalda

La meravigliosa Riserva Naturale dell’Alpe della Luna si estende per più di 1500 ettari. La riserva si presenta come una immensa foresta, che offre dei punti più spogli dai quali si può godere di una vista ispiratrice. Il luogo più iconico qui  è la Ripa della Luna, una formazione rocciosa alta 200 metri ed incurvata sul versante settentrionale del monte dei Frati. La roccia è incurvata tanto da apparire come una “falce di luna”, ed è per questa formazione che la Riserva prende il suo nome. All’Alpe della Luna troverete faggi secolari, alberi di agrifoglio e prati fioriti con crocus, ciclamini ed erba cervina.

In questa zona troverete il piccolo comune di Badia Tedalda, che deve il suo nome all’abazia benedettina fondata dalla famiglia Tedaldi. Il borgo, di per se un meraviglioso borgo medievale, offre uno spettacolo unico. Stiamo parlando del Palio dei Castelli, un tipico torneo equestre della lancia e dell’anello. Questa manifestazione di carattere storico e sportivo vede  i Cavalieri dei Castelli contendersi  il Drappo ed il Piatto Bicrociato di Sant’Angelo Michele. La manifestazione si tiene il primo finesettimana dopo Ferragosto, ed è uno spettacolo veramente pittoresco ed emozionante.

La Valtiberina vi aspetta fuori dalle Antiche Mura!

Il B&B Antiche Mura, nel cuore di Arezzo, è perfetto per poter esplorare anche a Val Tiberina. In questa zona troverete, come avete potuto leggere, angoli di paradiso toscano che vi rimarranno per sempre impressi nella memoria. Raggiungere la Valtiberina è semplicissimo : da Arezzo potrete approfittare della linea ferroviaria locale, che vi permetterà di ammirare le campagne aretine durante un piacevole viaggio.

Non aspettate oltre, dunque! Antiche Mura vi aspetta per favi conoscere tutte le meraviglie nascoste della bellissima Val Tiberina!

 

Comfort Contemporaneo, avvolto nel fascino della storia

Prenota direttamente su questo sito web, alle migliori tariffe online